HTC - home page

News ed Eventi

28.09.2027 continua »

16.05.2018  LA  COLPOSCOPIA - che può salvarci la vita - IN 10 MOSSE continua »

09.05.2018 Le 3 ecografie indispensabili in gravidanza continua »

02.05.2018 ECOGRAFIA 4D IN GRAVIDANZA  video tridimensionale in tempo reale del feto continua »

26.04.2018 L'ortottista, questo sconosciuto... continua »



Iscriviti alla newsletter

*Dati richiesti

 

02.01.2018

Mal di schiena? Una soluzione c'è e si chiama OSSIGENO-OZONO TERAPIA

Il dolore alla schiena, cervicale, dorsale e lombare, in conseguenza delle patologie degenerative della colonna vertebrale, è una delle cause più frequenti di astensione dal lavoro con notevole danno per il sistema sanitario nazionale.

 

Circa l'80-90% delle persone adulte presenta, nel corso della sua vita, almeno un episodio di dolore a localizzazione lombare. La fascia di età più colpita è quella compresa fra i 30 e i 50 anni.

Negli ultimi anni sono stati compresi meglio i meccanismi alla base del dolore vertebrale. Questo tipo di dolore è in genere conseguente a fenomeni degenerativi che si vengono a creare a livello delle vertebre e dei dischi posti tra una vertebra e l'altra (dischi intervertebrali). Si va dalla Spondilosi all'Artrosi, fino all'Ernia del Disco.

La colonna vertebrale può risultare colpita in uno o più distretti.

Il trattamento dell'Ernia Discale è, nella maggior parte dei casi, conservativo e solo in un numero limitato di pazienti è necessario ricorrere al trattamento chirurgico o endoscopico.

La terapia conservativa prevede diverse opzioni: Terapia Farmacologica con antinfiammatori, Infiltrazioni locali, Fisiokinesiterapia, Laserterapia, Tecarterapia e Ossigeno-Ozono Terapia.

La miscela di Ossigeno e Ozono si utilizza per la sua azione antinfiammatoria, decongestionante e analgesica. L'Ozonoterapia migliora anche l'ossigenazione dei tessuti e possiede un'importante azione antisettica. E' dotata di un'azione riparatrice sul tessuto connettivale, evidenziata dalla scomparsa di vacuoli degenerativi all'interno dei dischi intervertebrali.

Il trattamento avviene tramite iniezione intramuscolare, con ago sottile, della miscela di gas nella zona vicino alla localizzazione del dolore.

La concentrazione di Ozono presente nella miscela viene rilevata con precisione dall'apparecchio che la produce (deve trattarsi di un' apparecchiatura di ultima generazione) e perciò non esistono rischi riguardo al trattamento. L'Ossigeno e l'Ozono, oltretutto, non possono provocare embolie, neppure se venissero iniettate per via arteriosa (al contrario dell'aria che potrebbe essere pericolosa).

Allo stesso modo, non possono verificarsi allergie perché stiamo parlando di gas presenti in natura e non di farmaci.

Le controindicazioni sono poche: ipertiroidismo non controllato, coagulopatie e gravidanza.



« indietro