HTC - home page

News ed Eventi

28.09.2027 continua »

26.04.2018 L'ortottista, questo sconosciuto... continua »

18.04.2018 Quanto è importante l'esame del Campo Visivo, se si ha una diagnosi di glaucoma? continua »

11.04.2018 Perché la visita oculistica è tanto importante in età pediatrica? continua »

04.04.2018 Sei genitore di un bambino che a Settembre frequenterà la prima elementare? Ti regaliamo uno Screening Ortottico Gratuito! continua »



Iscriviti alla newsletter

*Dati richiesti

 

24.01.2018

Viene frequentemente prescritta dai medici: è la TECAR! Esaminiamola più da vicino

La Tecarterapia o Tecar (Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo) è una terapia, non invasiva e non dolorosa, basata sulla stimolazione delle fisiologiche capacità di recupero del nostro organismo.

 

La Tecar sfrutta l'azione terapeutica del calore, come fa d'altra parte la Laserterapia , ma nella Tecarterapia il calore non viene prodotto dall'apparecchio e trasmesso ai tessuti, viene invece generato all'interno del tessuto stesso.

L'apparecchiatura denominata Tecar, provoca infatti un fenomeno chiamato diatermia profonda. Quest'ultima si genera con l'induzione di una corrente ad alta frequenza che agisce direttamente sulle cariche elettriche presenti nell'organismo. Il movimento delle cariche elettriche provoca a sua volta, un aumento della temperatura in profondità.

La Tecarterapia funziona in due modalità diverse: capacitiva e resistiva.

La modalità capacitiva viene impiegata nel trattamento dei tessuti molli, muscoli e vasi sanguigni.

La modalità resistiva viene utilizzata per il trattamento di tessuti cartilaginei, ossa e legamenti che si trovano ad una profondità maggiore. Sicuramente, negli ultimi anni la Tecarterapia ha riscosso un grande successo e viene sempre più spesso prescritta dai medici per il trattamento di svariate patologie. Ma proviamo a vedere quando può rivelarsi davvero utile.

La Tecar rappresenta uno dei metodi elettivi nella cura di diversi problemi conseguenti a traumi, infortuni anche di tipo sportivo e nella riabilitazione post-intervento. Gli ambiti in cui la Tecarterapia è più spesso impiegata, sono:

  • Patologie dolorose: artrite, artrosi, cervicalgie, fascite plantare, fibromialgia
  • Lesioni muscolo-scheletriche: stiramenti, tendiniti, contratture, fratture
  • Drenaggio di edemi in conseguenza di traumi o interventi chirurgici
  • Riassorbimento di ematomi

I benefici dopo il trattamento sono pressoché immediati. Il numero di sedute e la loro durata dipende dal tipo di problema e dalla preparazione del terapista che, in genere, associa alla Tecar e in base alla patologia, Fisokinesiterapia, Massaggi, Rieducazione Funzionale, etc.



« indietro