HTC - home page

News ed Eventi

28.09.2027 continua »

26.04.2018 L'ortottista, questo sconosciuto... continua »

18.04.2018 Quanto è importante l'esame del Campo Visivo, se si ha una diagnosi di glaucoma? continua »

11.04.2018 Perché la visita oculistica è tanto importante in età pediatrica? continua »

04.04.2018 Sei genitore di un bambino che a Settembre frequenterà la prima elementare? Ti regaliamo uno Screening Ortottico Gratuito! continua »



Iscriviti alla newsletter

*Dati richiesti

 

13.02.2018

SANDPLAY THERAPY - TERAPIA DEL GIOCO DELLA SABBIA - Guarda il Video

L'ABBIAMO VISTA NEL FILM "ASSOLO" DI LAURA MORANTE. NE HA PARLATO TIZIANO TERZANI NEL SUO LIBRO "L'ULTIMO GIRO DI GIOSTRA". E' LA SANDPLAY THERAPY (TERAPIA DEL GIOCO DELLA SABBIA). A CHI PUO' ESSERE UTILE?

Risponde il Dott. Christian Vicini - Psicologo Analista e Psicoterapeuta Junghiano

 

La SANDPLAY THERAPY è un metodo terapeutico creativo, non verbale che fa leva sul gioco espressivo per autorappresentare il proprio mondo interiore e per riattivare quel processo di autoguarigione della psiche di cui ci ha parlato Carl Gustav Jung.

In pratica la sabbia, la sabbiera e gli oggetti collocati all'interno della stanza analitica sono gli strumenti con cui è possibile rappresentare quegli affetti indicibili o quelle emozioni dolorose più o meno traumatiche, che si trovano quasi sempre alla base dei sintomi e dei disturbi psicologici.

Nel momento in cui l'individuo, attraverso la creazione attiva di un quadro di sabbia, riesce a dare loro una forma pensabile, queste emozioni infatti potranno finalmente essere elaborate dalla sua coscienza e rilasciare così energia psichica utile al suo percorso di individuazione personale.

Per questi motivi la SANDPLAY THERAPY viene usata sia nella psicoterapia infantile che nell'analisi dell'adulto.



« indietro