HTC - home page

News ed Eventi

28.09.2027 continua »

14.02.2018 Metodo di studio: come renderlo più efficace continua »

14.02.2018 Servizio di consulenza psicologica in ambito legale: scopri l'offerta di HTC continua »

13.02.2018 DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO (DSA). OTTENERE LA CERTIFICAZIONE VALIDA AI FINI SCOLASTICI - Guarda il Video continua »

13.02.2018 SANDPLAY THERAPY - TERAPIA DEL GIOCO DELLA SABBIA - Guarda il Video continua »



Iscriviti alla newsletter

*Dati richiesti

 

13.02.2018

IL RUOLO DEL CASE MANAGER IN PSICOLOGIA - Guarda il Video

IL RUOLO DEL CASE MANAGER IN PSICOLOGIA Risponde la Dott.ssa Emanuela Mastretta - Tecnico Psicologo della Riabilitazione Cognitiva

 

Il CASE MANAGER è una persona che, nell'ambito della gestione di patologie complesse o di Equipe Multidisciplinari, si occupa della ricezione e trasmissione di informazioni all'interno della rete di persone che si occupano del paziente.

Il ruolo del Case Manager è recente in medicina e in generale, deriva un pochino dall'acquisizione man mano e dall'ingresso sempre più importante di modalità mutuate dal modello biopsicosociale del ICF e quindi dall'Organizzazione Mondiale della Sanità dove, appunto, la presa in carico globale, olistica del paziente richiede che molti specialisti se ne occupino e che quindi le informazioni, attraverso appunto questa rete di persone, aumentino e sia funzionale che circolino in modo efficace.

Per rendere efficace questa gestione delle informazioni è utile che ci sia una persona referente e che quindi possa mantenere la rete funzionante, fluida, diciamo così, che si occupi della manutenzione proprio dei vari nodi della rete quindi che si occupi anche di portare il parere del paziente rispetto ad alcune indicazioni dei medici e che quindi, con una rete funzionante, il Paziente possa avere una qualità di vita migliore ma sopratutto una Compliance migliore, cioè un'aderenza migliore alle prescrizioni mediche.

Più è coinvolto il Paziente all'interno del suo processo di cura, quindi più lo comprende, e meglio sarà "compliante", cioè meglio potrà aderire alle prescrizioni, che qualche volta sono anche limitazioni, quindi difficili da gestire dal punto di vista comportamentale, che i medici forniscono.

In questo modo, il progetto riabilitativo o comunque il progetto di cura, globale del Paziente, ha qualche possibilità in piu di essere maggiormente funzionale.

E quindi appunto di risultare in una qualità di vita migliore sia per il Paziente, sia per chi si occupa di lui, quindi per i CAREGIVERS, i familiari intorno.

Sempre di più è lo Psicologo ad avere questo ruolo di Case Manager, proprio per le capacità di ascolto attivo, di ascolto empatico, per le capacità di modulazione delle informazioni quindi capacità anche un pò di tradurre il linguaggio medico in linguaggio diciamo di vita quotidiana, per la capacità magari di trovare soluzioni a problemi anche pratici della vita quotidiana, quindi l'assunzione dei farmaci, la gestione delle terapie, i consigli anche psicoeducativi ai parenti dei pazienti per riuscire a sostenere, a supportare il Paziente nel suo processo di cura.



« indietro